Movimento Pansessuale Comitato Territoriale Arcigay Siena al Congresso Nazionale Arcigay

Si è concluso il XIV Congresso Nazionale Arcigay tenutosi a Ferrara nei giorni 23, 24 e 25 novembre. L’Associazione è stata chiamata, attraverso i delegati di ogni comitato territoriale, a rinnovare gli organi della dirigenza nazionale: presidente, segretario, consiglio, garanti e revisori.

L’assemblea ha eletto Flavio Romani quale Presidente e Michele Breveglieri in qualità di Segretario.

Il comitato senese ha applaudito a quanto espresso dall’assemblea congressuale in quanto ritiene la nuova dirigenza in grado di guidare l’Associazione in questo momento, tanto sul fronte esterno quanto su quello interno. All’esterno in riferimento al vivo dibattito che vede al centro i diritti delle persone LGBT in materia di tutela e matrimonio, sul fronte interno capace di riunire le diverse anime e i differenti punti di vista che in questo ultimo periodo si sono riscontrati in Associazione, nella consapevolezza che solo l’unione dell’Associazione tutta possa raggiungere gli obiettivi per cui il movimento lotta da anni.

In oltre i delegati del Movimento Pansessuale Arcigay Siena sottolineano l’importanza di altri fondamentali provvedimenti approvati dall’assise: l’adeguamento a norma di legge dello Statuto in materia di democraticità in tutti i suoi organi e in tutte le sue funzioni; la riorganizzazione dell’Associazione in una federazione di realtà locali più indipendenti, autonome e responsabili; l’inserimento nel logo dell’acronimo LGBT quale completa indicazione delle diverse espressioni presenti in Associazione; in fine l’inserimento della specifica convinzione antifascista di Arcigay.

Le commissioni e l’assemblea hanno lavorato con serietà e responsabilità, tuttavia i delegati del Movimento Pansessuale hanno avvertito l’assenza di quelle voci che, pur muovendo giustamente da posizioni differenti, hanno preferito il silenzio-assenza al costruttivo dialogo. Convinti che differenti voci non possono che essere prezioso tesoro per l’Associazione tutta, gli stessi auspicano e augurano un fruttuoso lavoro a tutti gli organi e a a tutte le realtà territoriali avendo come fine l’unico e solo bene comune di tutta la comunità LGBT nazionale di cui Arcigay è garante e difesa.