Categoria: News

Toscana Pride 2018

Sabato 16 giugno 2018 ti aspettiamo a Siena in Piazza del Campo (ore 14.30) per il Toscana Pride 2018. Per Orgoglio e per Amore. Liberi dai pregiudizi, sfileremo insieme. Tutt*: lesbiche, gay, bisex, trans intesex, asex, queer ed etero. In nome di ciò che ci unisce: il nostro essere umani. Per Orgoglio e per Amore, torniamo in piazza per chiedere che piena cittadinanza sia finalmente riconosciuta alle persone LGBTQIA+*.Ora più che mai è tempo di lottare per rimettere al centro dell’agenda politica i temi della salute e dell’autodeterminazione completa e incondizionata dei corpi, della sessualità e delle relazioni affettive, il riconoscimento di tutti i legami affettivi e genitoriali con la piena equiparazione di tutte le famiglie, il contrasto alle discriminazioni e ai crimini d'odio e la promozione di buone prassi di accoglienza verso i migranti LGBTIA+, l’educazione alle differenze anche nei luoghi di lavoro attraverso la costruzione di ambienti inclusivi.

Toscana Pride 2017

Il giorno 27 maggio ti aspettiamo ad Arezzo in Piazza della Libertà per il Toscana Pride 2017 h 15.00. Quest’anno siamo orgogliosamente incontenibili per rispondere a chi ci vorrebbe dimessi e ci chiede di moderare le nostre richieste di eguali diritti. Il nostro documento politico riporta sei punti fondamentali: affettività e famiglie, omobitransfobia e diritti umani, educazione alle differenze, salute prevenzione e benessere, autodeterminazione, lavoro.

Continua...

Convocazione Assemblea Soci

Alle socie e ai soci

È convocata l'Assemblea dei Soci del Comitato Arcigay “Movimento Pansessuale” per il giorno 26 Maggio 2016 alle ore 21.00 presso la sede “Metrocubo”, in Via Di Città n°101 a Siena per discutere dei seguenti punti all'ordine del giorno:
  • Approvazione del bilancio consuntivo anno 2015;
  • Varie ed eventuali.
Chi non è ancora socio o non è in regola con il pagamento della quota sociale può iscriversi o rinnovare l'iscrizione a margine dell'assemblea stessa. Le persone iscritte ad altri comitati Arcigay possono richiedere l'iscrizione nella nostra lista soci senza dover corrispondere nuovamente la quota di iscrizione. Il Consiglio Direttivo

Sveglia Siena: è ora di essere civili!

Sabato 23 gennaio il Movimento Pansessuale - Arcigay Siena scende in piazza ad Arezzo per la grande mobilitazione nazionale verso l'uguaglianza e chiama a raccolta tutte le realtà cittadine

Siena aderisce alla mobilitazione nazionale "#Svegliatitalia. E' ora di essere civili" partecipando in massa del presidio che si terrà sabato 23 gennaio ad Arezzo promosso dai comitati Arcigay “Chimera Arcobaleno” di Arezzo e “Movimento Pansessuale” di Siena, con il supporto dell'associazione Famiglie Arcobaleno, della Rete “Articolo 3 Arezzo” e della Rete #dallapartedeidiritti Siena, in vista della discussione parlamentare sul riconoscimento delle Unioni Civili, per dare forza al traguardo dell'uguaglianza. L'appuntamento è dalle ore 15,30 in poi in piazza S. Jacopo ad Arezzo muniti di sveglie ed orologi per far scattare l'ora dei diritti, tutta la cittadinanza, è invitata a partecipare ed aderire per mandare un forte messaggio in favore dell'uguaglianza e a sostegno delle necessarie tutele e riconoscimenti per le persone gay, lesbiche, bisessuali e transgender. "Chiediamo alle istituzioni, ai cittadini e le cittadine di Siena di unirsi a noi nella battaglia per il riconoscimento dei diritti di tutte le persone e di tutte le famiglie e dare un segnale forte di civiltà - ha dichiarato Maria Luisa Favitta presidente del Movimento Pansessuale Arcigay Siena - il momento è ora, non possiamo più delegare agli altri la nostra responsabilità di cambiare le cose e fare in modo che finalmente l'Italia sia al passo con il resto dell'Europa in materia di diritti civili. Se questo Stato riconosce i diritti dell'individuo deve essere pronto a riconoscere anche i diritti delle persone gay, lesbiche. bisessuali e transessuali e delle famiglie omogenitoriali. E' in gioco la libertà di amare chi si vuole ma anche e soprattutto la tutela dei figli che nascono e crescono con genitori omosessuali e transessuali. Non farlo significa tornare a quei tempi bui in cui si discriminava tra figli nati dentro il matrimonio e figli avuti fuori dal matrimonio e noi non possiamo permetterlo". L'appello che le associazioni LGBTI nazionali (ArciGay, ArciLesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno e Movimento Transessuale Italiano) rivolgono al Governo e Parlamento: “L’Italia è uno dei pochi paesi europei che non prevede nessun riconoscimento giuridico per le coppie dello stesso sesso. Le persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali non godono delle stesse opportunità degli altri cittadini italiani pur pagando le tasse come tutti. Una discriminazione insopportabile, priva di giustificazioni. Il desiderio di ogni genitore è che i propri figli possano crescere in un Paese in cui tutti abbiano gli stessi diritti e i medesimi doveri. Chiediamo al Governo e al Parlamento di guardare in faccia la realtà, di legiferare al più presto per fare in modo che non ci siano più discriminazioni e di approvare leggi che riconoscano la piena dignità e i pieni diritti alle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, cittadini e cittadine di questo Paese. La reciproca assistenza in caso di malattia, la possibilità di decidere per il partner in caso di ricovero o di intervento sanitario urgente, il diritto di ereditare i beni del partner, la possibilità di subentrare nei contratti, la reversibilità della pensione, la condivisione degli obblighi e dei diritti del nucleo familiare, il pieno riconoscimento dei diritti per i bambini figli di due mamme o di due papà, sono solo alcuni dei diritti attualmente negati. Questioni semplici e pratiche che incidono sulla vita di milioni di persone. Noi siamo sicuri di una cosa: gli italiani e le italiane vogliono l’uguaglianza di tutte e di tutti.” Arcigay Arezzo “Chimera Arcobaleno” [email protected] 342 6456231 Arcigay Siena “Movimento Pansessuale” [email protected] Rete Articolo 3 Arezzo – [email protected] Rete #dallapartedeidiritti Siena [email protected]