Test HIV, Rapido e gratuito

In occasione del 1 Dicembre, data del WAD (World AIDS Day)  sarà possibile controllare il proprio status sierologico per l’infezione da HIV!

Si potrà effettuare il test al Santa Chiara Lab dalle ore 15:00 alle ore 20:00 (Via Val di Montone 1, Siena)

I test HIV sono rapidi, anonimi e gratuiti! Il personale medico ed gli operatori del Movimento Pansessuale saranno a tua disposizione per effettuare il test e consegnarti il risultato entro pochi minuti. Saranno inoltre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o chiarimento riguardo le modalità di prevenzione e trasmissione del virus.

Il test è completamente GRATUITO e ANONIMO.

Il test HIV rapido viene effettuato su una goccia di sangue prelevato da una piccolissima puntura su un dito e rileva in essa l’eventuale presenza degli anticorpi HIV-1 e HIV-2.Non viene rilevata la presenza del virus in sé ma degli anticorpi anti-HIV.

Il test è semplice da utilizzare e fornisce un risultato preciso ma è ovviamente necessario conoscerne la potenzialità

Con il test utilizzato è possibile rilevare l’infezione a 3 mesi dall’eventuale contagio con estrema sicurezza. Per eventuali esposizioni prima dei tre mesi del test la sua capacità di riconoscere l’eventuale infezione è meno precisa:  in pratica un test con esito negativo potrebbe non essere attendibile se non sono trascorsi 3 mesi dall’eventuale esposizione.

Da cosa è causata questa tempistica? Dal cosiddetto periodo finestra. Il periodo finestra è il lasso di tempo che intercorre tra il momento dell’acquisizione dell’infezione e quello in cui il nostro organismo produce gli anticorpi contro il virus HIV, che sono proprio quelli rilevati dal test, ecco perché il test è in grado di produrre un eventuale risultato positivo solo dopo il periodo finestra, ossia quando sono presenti anticorpi anti-HIV.

Pertanto, un risultato negativo può non essere accurato se non sono trascorsi 3 mesi. Se pensi dunque di esserti esposto all’HIV negli ultimi 3 mesi e il risultato del test è negativo, allora, dovresti eseguire nuovamente il test una volta decorsi almeno 3 mesi dall’ultima esposizione a rischio. Non a caso si consiglia di effettuare i test almeno una volta all’anno o due volte all’anno in caso di potenziali frequenti esposizioni.

Dall’altro lato, un risultato reattivo offre solo una prima indicazione: un eventuale risultato reattivo non può essere direttamente interpretato come una diagnosi di sieropositività ma dovrà essere confermato e riconfermato in laboratorio ospedaliero. Per tanto una positività al test rapido sebbene sia molto indicativa, non significa certezza di sieropositività, ma dovrà essere confermata da analisi di laboratorio più sofisticate! Il 1 dicembre vi sarà anche la possibilità di essere messi in contatto direttamente e in maniera rapida con il reparto di infettivologia dell’Ospedale Santa Maria Le Scotte per effettuare i test di conferma rapidamente in caso di esito reattivo.

Se ti sembra tutto così complicato, non preoccuparti! Vieni a trovarci il 1 Dicembre e ti spiegheremo tutto in maniera semplice e in tranquillità!

Ecco la mappa per poterci venire a trovare

Come dice il nostro slogan, saperlo fa la differenza e la fa soprattutto per te che farai il test. Infatti, sapere precocemente di essere sieropositivi, aiuta ad iniziare la terapia precocemente abbattendo gli effetti collaterali e donandoti una aspettativa di vita comparabile a quella di una persona HIV-. Essere un “late presenter” (persona che scopre tardi il proprio status HIV+) avrebbe invece un impatto molto serio sulla propria aspettativa di vita e sul proprio stile di vita.

Se non te la senti di venire, se hai impegni, se non vuoi partecipare alla giornata di testing e rivolgerti direttamente in ospedale quando sarai libero devi sapere che presso il Centro Unico Prelievi dell’Ospedale Santa Maria alle Scotte potrai comunque fare il test (non rapido, ma quello mediante prelievo “classico”) in totale gratuità e anonimato. I risultati ti saranno consegnati presentandoti con un codice (che ti verrà dato al momento del prelievo) tre giorni dopo al laboratorio di Infettivologia. I giorni per effettuare il test classico al CUP sono: dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:00 alle ore 13:00. Anche in questo caso ti offriamo una mappa per raggiungere il CUP dell’Ospedale Santa Maria alle Scotte.

 

Per qualsiasi informazione, in ogni caso, ti lasciamo l’indirizzo email [email protected], e saremo felici di aiutarti rispondendo a tutti i tuoi dubbi!

Ricorda: l’unica differenza è saperlo!

 

Ci teniamo a ricordati anche che sempre il 1 Dicembre al Santa Chiara Lab, in auditorium, si svolgerà un evento sulla Profilassi Pre-Esposizione (PreP) la nuova metodica di prevenzione che permette di evitare l’infezione da HIV tramite l’utilizzo di farmaci che agiscono contro il virus.

E’ una vera e propria novità per cui occorre parlarne e informarsi tutti e tutte insieme.

Se hai domande o curiosità sulla PreP questa è l’occasione giusta! Ci saranno i medici delle Malattie Infettive di Siena e gli attivisti del movimento che aiuteranno a risolvere tutti i tuoi dubbi.